HOME - Approfondimenti
 
 
20 Gennaio 2016

730 precompilato, possibile una (breve) proroga. Orlandi (Agenzia delle Entrate) sulle sanzioni andremo a verificare caso per caso


"Stiamo valutando di posticipare di qualche giorno il termine per l'invio dei dati attraverso il Sistema Tessera Sanitaria, ma non possiamo fare di più".

A dirlo è il direttore dell'Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi durante l'audizione avvenuta questa mattina in Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria della Camera, rispondendo alle domande dell'On. Michele Pelillo (PD), lo stesso che ha presentato alcuni degli emendamenti proposti da ANDI tra cui quello sul non invio dello spesometro,

"Una proroga o addirittura il posticipare il termine dell'invio dei dati -ha continuato il direttore Orlandi- penalizzerebbe quei 20 milioni di cittadini che sono interessati dal 730 precompilato e che non otterrebbero i rimborsi delle spese sanitarie sostenute".

Poi ci sono i problemi tecnici per i quali il direttore dell'Agenzia delle Entrate ha detto che si sta cercando di risolvere con il Sogei (il gestore della parte informatica del sistema).

Secondo la Orlandi una proroga, anche di pochi giorni, farebbe "saltare il sistema" impedendo di poter inserire in tempo i dati delle spese sanitarie nel 730 che verrà inviato ai contribuenti interessati a metà aprile.

"Dobbiamo rispettare la scadenza di un mese imposta dal Garante della privacy" che prevede, dal 1 al 29 febbraio, la possibilità per il contribuente interessato dal 730 precompilato di accedere alla piattaforma informatica delle Entrate ed eventualmente inibire il dato sulla spesa sostenuta.

"Una proroga posticiperebbe la data dalla quale sarebbe possibile per il Sogei cominciare a lavorare i dati ricevuti che devono essere inviati entro la metà aprile", troppo poco tempo spiega il direttore Orlando assicurando che "cercheremo di fare il possibile per agevolare i professionisti senza penalizzare i contribuenti".

On. Pelillo che chiede chiarimenti anche in tema di sanzioni, evidenziando come sia stato "troppo generico" indicare che non verranno sanzionati i "ritardi lievi".

"Ma non si può quantificare meglio il ritardo lieve per evitare incomprensioni", chiede il deputato del Partito Democratico. "Indicando la scadenza tollerata si potrebbe -aggiunge- di fatto dare una proroga che altrimenti potrebbe essere inserita sotto forma di emendamento nel Milleproroghe".

"Il termine lieve ritardo -ha risposto il direttore Orlandi- è un termine utilizzato in giurisprudenza. E' comunque difficile e rischioso indicare una data precisa. Se indichiamo con precisione il ritardo consentito, questo viene inteso da tutti come la reale data di scadenza e tutti sono legittimati a inviare i dati nell'arco temporale del ritardo concesso".

Sulle sanzioni il direttore delle Entrate ricorda come per il 730 precompilato per la prima volta si coinvolgano soggetti privati (dentisti e medici NdR) per l'invio di dati fiscali all'Agenzia delle Entrate "chiedendo la loro collaborazione". "Non possiamo in questa fase -aggiunge- essere repressivi ma lo spirito deve essere quello di collaborazione. Noi riteniamo che nel primo anno di attuazione della norma, per lieve ritardo e per errori lievi nella compilazione non di debba sanzionare i professionisti. Non ha senso in questa fase collaborativa". "Però -chiarisce- se i dati non li trasmettono non possiamo dare il servizio al cittadino, per questo valuteremo di volta in volta a seconda dell'eventuale sanzione contestata".

Direttore Orlandi che sul tema della richiesta di posticipare la data di scadenza va oltre le problematiche tecniche affermando che "la richiesta di proroga è però un sistema tutto italiano: si aspetta all'ultimo momento a fare quanto indicato. Noi siamo pronti da 9 mesi. Nel novembre 2014 si è partiti a predisporre i provvedimenti necessari attraverso incontri con tutti gli organismi istituzionali interessati ed anche gli Ordini. Nei provvedimenti attuativi approvati nel luglio 2015 c'era scritto esattamente cosa e come fare".

Direttore Orlandi che forse dimentica che medici e dentisti liberi professionisti possono accedere al Sistema Tessera Sanitaria solamente da fine novembre e che il STS è attivo in tutte le sue funzionalità solo dal 16 gennaio scorso.

Norberto Maccagno

Articoli correlati

A dirlo è Assosoftware che, in attesa che l’Agenzia delle Entrate pubblichi una nuova circolare con i chiarimenti ufficiali sulla fatturazione elettronica, ha fornito alcune...


Il meccanismo che regolamenta il nuovo regime forfetario ampliato con la flat tax sta interessando molti professionisti ed attività del settore dentale per via del risparmio fisale e delle...


Tra le norme introdotte dalla Legge di Stabilità 2019, il comma 53 sostituisce l’articolo 10 bis del decreto-legge 23 ottobre 2018,  n. 119, convertito, con modificazioni, dalla...


Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto fiscale 2019 entrano a regime anche le norme in tema di Fatturazione Elettronica. Norme che hanno modificato quanto precedentemente previsto...


A pochi giorni dall’entrata in vigore dell’obbligo di emettere fattura elettronica anche verso i privati, il Garante delle privacy rimescola le carte e pone ulteriori dubbi sulla materia, come se...


Altri Articoli

Sabato 19 gennaio presso l’Università dell’Aquila, il dott. Roberto Pistilli ha tenuto un seminario, per gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria,...


Le patologie associate alla malattia parodontale, l’inquadramento dei problemi, le tecniche per salvare il dente ed evitare il dolore, il ruolo dei trattamenti ortodontici pregressi nel peggiorare...


160 milioni di euro di ricavi e un margine operativo lordo di 35-36 milioni sono i numeri del bilancio di DentalPro del 2018 divulgati da Milano e Finanza.MF che indica in 40 milioni...


Entro giovedì 31 gennaio 2019 i soggetti esercenti prestazioni sanitarie (medici e dentisti inclusi) dovranno trasmettere al Sistema Tessera Sanitaria (STS) i dati delle fatture emesse...


"Tutti gli operatori sanitari quando vengono a conoscenza nei confronti del paziente che stanno curando di una sua positività al virus dell'Hiv sono tenuti a prestare la necessaria assistenza....


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
here www.generico-pro.com

pharmacy24.com.ua/sialis-tadalafil/sialis-20-mg/

steroid.in.ua