HOME - Approfondimenti
 
 
28 Settembre 2018

Pubblicità sanitaria, la CAO punta ad una legge per regolamentarla

Dall’Assemblea di Cagliari indicati i “paletti”, anche in tema di direttore sanitario


Promuovere un’informazione sanitaria deontologicamente orientata, uniformare i codici deontologici in ambito dell’informazione sanitaria, porre le basi per un dialogo costruttivo con l’AGCM, lavorare su una bozza di legge per una informazione sanitaria deontologicamente orientata. Sono questi gli obiettivi indicati dall’Assemblea dei presidenti CAO di Cagliari alla Commissione sulla pubblicità sanitaria FNOMCeO coordinata dal presidente OMCeO Roberto Carlo Rossi di cui fa parte il presidente CAO di Milano Andrea Senna che ricorda la sinergia che la Commissione vuole avere anche con le altre componenti del settore odontoiatrico attraverso quella “Cabina di regia” con tutte le rappresentanze del settore, fortemente voluta dalla CAO nazionale. 

Sulla proposta di Legge, spiega il presidente Senna (nella foto) ad Odontoiatria33, l’obiettivo è quello di “regolamentare la pubblicità sanitaria in modo da evitare che questa si trasformi in una promozione commerciale della cura”. “Il messaggio pubblicitario deve avere come unico fine quello di informare il cittadino e non quello di vendergli una prestazione, una cura”.

“Una pubblicità non può condizionare il paziente nelle scelte in tema di cura e terapia”. Per questo, secondo quanto indicato dal presidente Senna, la proposta di legge dovrà indicare chiaramente che le comunicazioni informative devono escludere qualsiasi elemento di carattere promozionale o suggestionale nel rispetto della libera e consapevole determinazione del paziente.

Messaggio pubblicitario che dovrà essere preventivamente verificato dall’Ordine, ma sarà valido il principio del silenzio assenso, “per evitare che gli Ordini, soprattutto quelli con molti iscritti, vengano paralizzati da pratiche per il rilascio autorizzativo”, motiva il presidente CAO Milano. 

Altro aspetto affrontato a Cagliari è stato quello del direttore sanitario che per la CAO deve essere iscritto all’Albo territoriale in cui ha sede operativa la struttura in cui opera. “Un punto essenziale per garantire il controllo deontologico da parte dell'Ordine sulla informazione sanitaria che viene diffusa in un determinato territorio”, dice Senna.  

I temi della pubblicità sanitaria saranno anche affrontati a Torino il 1 dicembre 2018 nell’ambito del Convegno nazionale culturale CAO (esclusivo per i soli componenti delle CAO Provinciali). Dopo la lectio magistralis del prof. Carlo Guastamacchia, una tavola rotonda farà il punto con Antonio Federici, segretario CCEPS, Tonino Aceti, coordinatore del tribunale per i diritti del malato, Antonio Pelliccia, esperto di economia e marketing in ambito sanitario, l’avvocato Fabio Angelini e lo stesso Andrea Senna

Articoli correlati

“Sportelli del cittadino” sulla sicurezza delle cure, da attivarsi in tutte le Regioni, dove medici e avvocati insieme possano ricevere le segnalazioni dei pazienti su eventi non attesi e fornire...


Le norme contenute nella legge di Bilancio sulla comunicazione in sanità, introducono certamente delle novità che andranno a modificare, vedremo con il tempo quanto e come, i messaggi...


“L’approvazione della norma che regolamenta la comunicazione in sanità costituisce una svolta epocale, non solo per i contenuti ma per come è nata”, dice ad Odontoiatria33 il presidente...


Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2019 entrano in vigore anche le nuove disposizioni sulla comunicazione in Sanità e sui direttori sanitari. Per la prima viene...


Sull’approvazione delle norme che pongono limiti sulla comunicazione in sanità interviene l’Ordine di Milano attraverso una nota inviata agli scritti a forma del presidente Roberto Carlo Rossi...


Altri Articoli

Il caso di cronaca del dentista romano che si è rifiutato di curare un paziente sieropositivo ha riacceso il dibattito sul tema, portando la professione a interrogarsi sulla presenza, ancora oggi,...


Il medico deve stare tranquillo in tema di privacy, il 2019 - anno di applicazione "a regime" del regolamento europeo "GDPR" - inizia sotto il segno di sindacati che stanno lavorando per metterlo in...


Si chiama “Resto al Sud” ed è un progetto promosso dal Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno che punta a sostenere e finanziare la nascita di nuove imprese promosse da...


Sabato 19 gennaio presso l’Università dell’Aquila, il dott. Roberto Pistilli ha tenuto un seminario, per gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria,...


Le patologie associate alla malattia parodontale, l’inquadramento dei problemi, le tecniche per salvare il dente ed evitare il dolore, il ruolo dei trattamenti ortodontici pregressi nel peggiorare...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi