HOME - Approfondimenti
 
 
28 Settembre 2018

Pubblicità sanitaria, la CAO punta ad una legge per regolamentarla

Dall’Assemblea di Cagliari indicati i “paletti”, anche in tema di direttore sanitario


Promuovere un’informazione sanitaria deontologicamente orientata, uniformare i codici deontologici in ambito dell’informazione sanitaria, porre le basi per un dialogo costruttivo con l’AGCM, lavorare su una bozza di legge per una informazione sanitaria deontologicamente orientata. Sono questi gli obiettivi indicati dall’Assemblea dei presidenti CAO di Cagliari alla Commissione sulla pubblicità sanitaria FNOMCeO coordinata dal presidente OMCeO Roberto Carlo Rossi di cui fa parte il presidente CAO di Milano Andrea Senna che ricorda la sinergia che la Commissione vuole avere anche con le altre componenti del settore odontoiatrico attraverso quella “Cabina di regia” con tutte le rappresentanze del settore, fortemente voluta dalla CAO nazionale. 

Sulla proposta di Legge, spiega il presidente Senna (nella foto) ad Odontoiatria33, l’obiettivo è quello di “regolamentare la pubblicità sanitaria in modo da evitare che questa si trasformi in una promozione commerciale della cura”. “Il messaggio pubblicitario deve avere come unico fine quello di informare il cittadino e non quello di vendergli una prestazione, una cura”.

“Una pubblicità non può condizionare il paziente nelle scelte in tema di cura e terapia”. Per questo, secondo quanto indicato dal presidente Senna, la proposta di legge dovrà indicare chiaramente che le comunicazioni informative devono escludere qualsiasi elemento di carattere promozionale o suggestionale nel rispetto della libera e consapevole determinazione del paziente.

Messaggio pubblicitario che dovrà essere preventivamente verificato dall’Ordine, ma sarà valido il principio del silenzio assenso, “per evitare che gli Ordini, soprattutto quelli con molti iscritti, vengano paralizzati da pratiche per il rilascio autorizzativo”, motiva il presidente CAO Milano. 

Altro aspetto affrontato a Cagliari è stato quello del direttore sanitario che per la CAO deve essere iscritto all’Albo territoriale in cui ha sede operativa la struttura in cui opera. “Un punto essenziale per garantire il controllo deontologico da parte dell'Ordine sulla informazione sanitaria che viene diffusa in un determinato territorio”, dice Senna.  

I temi della pubblicità sanitaria saranno anche affrontati a Torino il 1 dicembre 2018 nell’ambito del Convegno nazionale culturale CAO (esclusivo per i soli componenti delle CAO Provinciali). Dopo la lectio magistralis del prof. Carlo Guastamacchia, una tavola rotonda farà il punto con Antonio Federici, segretario CCEPS, Tonino Aceti, coordinatore del tribunale per i diritti del malato, Antonio Pelliccia, esperto di economia e marketing in ambito sanitario, l’avvocato Fabio Angelini e lo stesso Andrea Senna

Articoli correlati

Egregio Direttore,nel leggere l'articolo pubblicato ieri con il quale il nostro Presidente nazionale CAO, dr. Iandolo, fornisce alcune considerazioni sul tema della "pubblicità sanitaria", mi preme...


Non sarà certo il problema principale del settore, ma il tema della pubblicità continua a fare molto discutere tra chi vorrebbe promuovere le cure, come se si trattasse della vendita di un...


Nel DiDomenica di ieri l’abbiamo chiamato in causa per chiedere un “parere tecnico”, ed il prof. Antonio Pelliccia non si è tirato indietro e ci ha inviato un commento che diventa, anche...


Uscendo al casello autostradale di Asti Est, per entrare in città si deve percorrere una strada a due corsie lunga qualche chilometro. A metà, sulla facciata di una casa, da qualche settimana...


Entro fine di aprile i direttori sanitari dovranno essere iscritti all’Albo degli odontoiatri della provincia dove la struttura per la quale hanno assunto la direzione opera, come prevede il comma...


Altri Articoli

Competenza, tecnica, empatia sono alla base della professione. Ma anche la comunicazione rappresenta oggi uno dei percorsi obbligati con i quali il dentista deve confrontarsi....

di Carla De Meo


L’obbiettivo è quello di venire incontro alle esigenze quotidiane dei clinici e per farlo SIdP ha sviluppato una App, Powerapp SIdP, che consente ad ogni clinico che stia eseguendo una visita...


L’obbligo di formazione continua decorre dal 1° gennaio successivo alla data di iscrizione all’Ordine. Da tale data il professionista sanitario deve maturare i crediti previsti per i residui...


Riuscire a rendere complicato un regime che è nato per essere semplice e di immediata applicazione non è certo impresa da tutti. Ciononostante il Legislatore ce l’ha fatta, tant’è che si sono...


Root Cause è il titolo del film inchiesta che vorrebbe dimostrare che i trattamenti endodontici possono essere causa di cancro, malattie al cuore e varie patologie croniche, ed il suggerimento...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
https://pills24.com.ua

лучшие препараты для потенции у мужчин

hunk ch