HOME - Approfondimenti
 
 
28 Settembre 2018

Pubblicità sanitaria, la CAO punta ad una legge per regolamentarla

Dall’Assemblea di Cagliari indicati i “paletti”, anche in tema di direttore sanitario


Promuovere un’informazione sanitaria deontologicamente orientata, uniformare i codici deontologici in ambito dell’informazione sanitaria, porre le basi per un dialogo costruttivo con l’AGCM, lavorare su una bozza di legge per una informazione sanitaria deontologicamente orientata. Sono questi gli obiettivi indicati dall’Assemblea dei presidenti CAO di Cagliari alla Commissione sulla pubblicità sanitaria FNOMCeO coordinata dal presidente OMCeO Roberto Carlo Rossi di cui fa parte il presidente CAO di Milano Andrea Senna che ricorda la sinergia che la Commissione vuole avere anche con le altre componenti del settore odontoiatrico attraverso quella “Cabina di regia” con tutte le rappresentanze del settore, fortemente voluta dalla CAO nazionale. 

Sulla proposta di Legge, spiega il presidente Senna (nella foto) ad Odontoiatria33, l’obiettivo è quello di “regolamentare la pubblicità sanitaria in modo da evitare che questa si trasformi in una promozione commerciale della cura”. “Il messaggio pubblicitario deve avere come unico fine quello di informare il cittadino e non quello di vendergli una prestazione, una cura”.

“Una pubblicità non può condizionare il paziente nelle scelte in tema di cura e terapia”. Per questo, secondo quanto indicato dal presidente Senna, la proposta di legge dovrà indicare chiaramente che le comunicazioni informative devono escludere qualsiasi elemento di carattere promozionale o suggestionale nel rispetto della libera e consapevole determinazione del paziente.

Messaggio pubblicitario che dovrà essere preventivamente verificato dall’Ordine, ma sarà valido il principio del silenzio assenso, “per evitare che gli Ordini, soprattutto quelli con molti iscritti, vengano paralizzati da pratiche per il rilascio autorizzativo”, motiva il presidente CAO Milano. 

Altro aspetto affrontato a Cagliari è stato quello del direttore sanitario che per la CAO deve essere iscritto all’Albo territoriale in cui ha sede operativa la struttura in cui opera. “Un punto essenziale per garantire il controllo deontologico da parte dell'Ordine sulla informazione sanitaria che viene diffusa in un determinato territorio”, dice Senna.  

I temi della pubblicità sanitaria saranno anche affrontati a Torino il 1 dicembre 2018 nell’ambito del Convegno nazionale culturale CAO (esclusivo per i soli componenti delle CAO Provinciali). Dopo la lectio magistralis del prof. Carlo Guastamacchia, una tavola rotonda farà il punto con Antonio Federici, segretario CCEPS, Tonino Aceti, coordinatore del tribunale per i diritti del malato, Antonio Pelliccia, esperto di economia e marketing in ambito sanitario, l’avvocato Fabio Angelini e lo stesso Andrea Senna

Articoli correlati

Per ora il Centro DentalPro di Santo Stefano Magra non deve chiudere. Lo stabilisce il Consiglio di Stato con l’ordinanza 5401/2018 del 12 ottobre 2018 che ha deciso sul ricorso presentato dai...


Dopo la sospensione dell’autorizzazione sanitaria del Centro DentalPro di Sarzana e quello di Santo Stefano di Magra, (questo in attesa della sentenza del Coniglio di Stato) un altro...


Tra le attività di controllo che interessano le varie CAO provinciali, quella sulle informazioni pubblicitarie riconducibili agli iscritti è probabilmente una delle più complicate e difficili....


L’Ordine dei Medici di Milano da anni va sostenendo che l'attuale deriva commerciale pubblicitaria nella sanità sarebbe il frutto di una estensiva e non appropriata interpretazione delle...


Altri Articoli

Lo scorso 16 novembre si è svolto a Bruxelles il meeting elettivo del CED – Council of European Dentists – la maggiore associazione di Odontoiatria a livello europeo, che rappresenta 340000...


Marco Landi, odontoiatra lombardo, presidente CAO di Lodi e past prsident della Fondazione ANDI Onlus, è stato rieletto alla presidenza del CED (Council of European Dentists), l’associazione che...


Egregio Direttore, spero mi sia consentita una replica alle affermazioni dell'AD di DentalPro e Presidente ANCOD, Michel Cohen pubblicate dal vostro giornale a commento della Sentenza del Consiglio...


La Campania è la prima Regione che ha recepito il Decreto sul profilo dell’ASO e normato in tema di formazione.“E’ stato un lavoro intenso e proficuo quello che abbiamo svolto...


In vista della scadenza del primo gennaio 2019, quando entrerà l’obbligo della fatturazione elettronica anche per gli acquisti, alcune aziende (soprattutto quelle della telefonia e dei...


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi