HOME - Approfondimenti
 
 
12 Ottobre 2018

Fatturazione elettronica, sempre più ''improbabile'' la proroga

Il Sottosegretario Villarosa spiega in Commissione Finanze i motivi

Nor. Mac.

Il nuovo “no” ad una proroga dell’obbligo di fatturazione elettronica anche verso i privati -previsto per il 1 gennaio 2019- è arrivato ieri dal vicesegretario all’Economia Alessio Villarosa alla V Commissione Finanze della Camera, ritenendo che “l’eventuale differimento presenta significativi impatti sul gettito, per le minori entrate derivanti dalla lotta all’evasione Iva”. Ma non solo, “l’eventuale avvio dell’obbligo con cadenze temporalmente diversificate a seconda della tipologia dei contribuenti sarebbe in contrasto con le caratteristiche proprie del sistema della fatturazione elettronica”. 

Viene infatti ricordato che la norma riguarda non solo il soggetto che emette la fattura ma anche quello che la riceve e quindi “se l’obbligo fosse limitato a specifiche categorie di operatori, si introdurrebbero elementi di notevole complessità per gli operatori stessi(e per i loro intermediari) nella gestione quotidiana delle fatture e, quindi, dei relativi processi amministrativi e contabili”.  

Sull’ipotesi di una entrata in vigore scaglionata, per esempio l’esenzione di alcuni soggetti esenti Iva come i dentisti, come aveva chiesto recentemente ANDI, la rivista telematica delle Entrate fa notare come questo introdurrebbe “elementi di notevole complessità anche per l’Agenzia delle Entrate che, infatti, si troverebbe a dover gestire la coesistenza di due adempimenti (fatturazione elettronica e spesometro) tra loro distinti per categorie di operatori Iva, disciplina e termini” aumentando il rischio di errori da parte degli operatori e le difficoltà dell’Amministrazione finanziaria di effettuare i controlli. 

Non solo notizie negative, secondo quanto anticipato questa mattina dai giornali economici, nella bozza di decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2019 vi sono alcune angolazioni e semplificazioni come  la volontà per i primi sei mesi di non applicare sanzioni per la tardiva emissione della fattura entro il termine di liquidazione dell’Iva e comunque non oltre i 10 giorni “o comunque le sanzioni saranno ridotte del 20% se la fattura, emessa tardivamente, partecipa alla liquidazione periodica del mese o trimestre successivo”.  

Sarà anche incentivato ed agevolato il ruolo degli intermediari (per esempio i commercialisti) ai quali si potrà affidare una serie di “servizi delegabili” come la consultazione e-fatture, la registrazione dell’indirizzo telematico e la generazione del Qr-code.  

Articoli correlati

In vista della scadenza del primo gennaio 2019, quando entrerà l’obbligo della fatturazione elettronica anche per gli acquisti, alcune aziende (soprattutto quelle della telefonia e dei...


Le molte proteste e considerazioni critiche sull’obbligo della fatturazione elettronica si sono concentrate, spesso anche nel settore dentale, sulla filosofia che ha portato...


Giuseppe Conte

Il dibattito sulla fatturazione elettronica e sulla necessità di una eventuale proroga non coinvolge solo forum e social network ma anche il Parlamento. Nel question time alla Camera di ieri 7...


Egr. Direttore,Gli italiani, di fronte a nuove incombenze che assillano la loro attività, seguono un percorso ormai consolidato: sorpresa /sdegno/ protesta/ rassegnazione/ adeguamento/...


Certamente la politica ci ha abituati a pensare “mai dire mai”, ma i segnali che arrivano sulla possibile proroga dell’entrata in vigore della fatturazione elettronica (al via dal primo gennaio...


Altri Articoli

Lo scorso 16 novembre si è svolto a Bruxelles il meeting elettivo del CED – Council of European Dentists – la maggiore associazione di Odontoiatria a livello europeo, che rappresenta 340000...


Marco Landi, odontoiatra lombardo, presidente CAO di Lodi e past prsident della Fondazione ANDI Onlus, è stato rieletto alla presidenza del CED (Council of European Dentists), l’associazione che...


Egregio Direttore, spero mi sia consentita una replica alle affermazioni dell'AD di DentalPro e Presidente ANCOD, Michel Cohen pubblicate dal vostro giornale a commento della Sentenza del Consiglio...


La Campania è la prima Regione che ha recepito il Decreto sul profilo dell’ASO e normato in tema di formazione.“E’ stato un lavoro intenso e proficuo quello che abbiamo svolto...


In vista della scadenza del primo gennaio 2019, quando entrerà l’obbligo della fatturazione elettronica anche per gli acquisti, alcune aziende (soprattutto quelle della telefonia e dei...


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi