HOME - Approfondimenti
 
 
11 Dicembre 2018

Fattura verso il cittadino paziente: come comportarsi dal primo gennaio 2019

Nor.Mac.

Dal 2019 la fatturazione elettronica diventa obbligatoria anche nel rapporto con i privati ed i cittadini. Come deve comportarsi il dentista nell’emettere fattura nei confronti del proprio paziente? 
Se durante i passaggi parlamentari non verrà modificato l’articolo 10-bis del Decreto Fiscalegli operatori sanitari che inviano i dati al Sistema Tessera Sanitaria non dovranno emettere fattura elettronica nei conforti dei soli pazienti i cui dati vengono inviate al StS, mentre dovranno farlo per i pazienti che non consentono l’invio. 


Emettere fattura elettronica nei confronti del cittadino che non consente l’invio dei dati della fattura al StS. 

L’Agenzia delle Entrate, nella sezione delle Faq, indica le modalità di emissione di fatturazione elettronica nei confronti dei cittadini privi di Partita Iva. Il dubbio principale è riferito ai dati da inserire. Oltre a quelli fiscali già presenti nella fattura “analogica” (nome, cognome, residenza, codice fiscale) si dovrà inserire:

  • Se il paziente ha un indirizzo di posta elettronica certificata si dovrà inserire quello, il Sistema di Interscambio a cui il professionista dovrà inviare la fattura elettronica in formato Xml invierà la fattura a quell’indirizzo.
  • Se invece il paziente non ha una casella di posta certificata il professionista dovrà allora indicare nel campo “Codice Destinatario” il codice “0000000”. In questo caso il SDI invierà la fattura nel cassetto fiscale del cittadino paziente. Il professionista, spiegano dalle Entrate, dovrà anche comunicare al consumatore che il documento è a sua disposizione nell’area riservata di FiscoOnline. 

Al contrario di quanto indicato in un primo momento, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che anche nel caso il professionista emetta fatturazione elettronica al cittadino inviandola al SDI, a questi “si dovrà consegnare una copia della fattura elettronica emessa, in formato analogico o elettronico, salvo che il cliente non rinunci ad avere tale copia”.    

Articoli correlati

A poco meno di due mesi dall’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica e stabilito a chi i dentisti, gli odontotecnici e gli igienisti dentali devono emetterla o non emetterla,...


Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, avvenuta ieri 12 febbraio del Decreto Semplificazioni, le norme in tema di fatturazione elettronica per le prestazioni sanitarie rivolte ai cittadini...


Tra le novità fiscali introdotte dal primo gennaio 2019 anche l’obbligo, per poter scaricare quel poco che il professionista può scaricare del costo del carburante, di ottenere la fattura...


Con il voto di fiducia posto questa sera alla Camera sul Decreto Semplificazioni, le novità introdotte al Senato diventano legge. Tra le novità di interesse odontoiatrico viene confermato,...


Continuano i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate in merito all’obbligo di fatturazione elettronica “scattato” dal primo gennaio 2019.Un obbligo che per i professionisti e le aziende del...


Altri Articoli

Alcuni giorni fa è apparsa su Odontoiatria33 la notizia che nei giorni di sabato 15 e 16 marzo  l’Assemblea dei 106 Presidenti delle Commissioni Albo Odontoiatri che si sarebbe riunita...


“Say Ahh: Act on Mouth Health” è lo slogan promosso dalla FDI (Federazione Dentale Internazionale) per la Giornata Mondiale dedicata alla Salute Orale che si celebra il 20 marzo in tutto il...


In occasione della Giornata Mondiale della Salute Orale, ANDI e Mentedent hanno lanciato il progetto “L’Educazione è la Migliore Prevenzione #SorrisiPreviDenti”, ideato da Mentadent in...


"C'è grande soddisfazione da parte nostra e da parte di tutti i presidenti CAO".A dirlo è Brunello Pollifrone (nella foto), presidente CAO Roma, che commenta la sentenza del Tar della Liguria che...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi