HOME - Chirurgia Orale
 
 
02 Maggio 2019

Efficacia della crioterapia nella gestione del dolore e del gonfiore in chirurgia estrattiva dei terzi molari


di Lara Figini


L’estrazione di terzi molari è una procedura di routine per i chirurghi orali e maxillo-facciali; purtroppo, però, è spesso associata a complicanze post-operatorie quali dolore, gonfiore e trisma.

Queste derivano da una risposta infiammatoria, che è diretta e immediata conseguenza della procedura chirurgica e che può limitare le funzioni giornaliere dei pazienti nella fase di guarigione, compromettendo la loro qualità di vita.

La somministrazione di farmaci antinfiammatori e analgesici nel post-operatorio è la metodica più ampiamente utilizzata per controllare il dolore e l’infiammazione post-operatori, farmaci che però possono avere effetti collaterali a livello del tratto gastrointestinale e possono procurare disturbi cardiovascolari.

Nella chirurgia orale e maxillo-facciale, la crioterapia è un intervento non farmacologico popolare, utilizzato nella gestione delle complicanze infiammatorie post-operatorie immediate e ha lo scopo principale di rimuovere il calore dal corpo per fini terapeutici.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi
In una revisione sistematica pubblicata su JADA di aprile 2019, gli autori hanno voluto indagare l’efficacia della crioterapia nel ridurre il dolore, il trisma e il gonfiore del viso nei pazienti sottoposti a chirurgia estrattiva dei terzi molari.

Gli autori hanno condotto una ricerca di studi clinici randomizzati sull’argomento mediante PubMed, Web of Science, SCOPUS, Cochrane Central Register of Controlled Trials, ClinicalTrials.gov, Google Scholar e OpenThesis.

I criteri di ammissibilità erano rappresentati da studi che analizzassero pazienti sottoposti alla rimozione di terzi molari nei quali venissero paragonati trattamenti di crioterapia post-operatoria con trattamenti privi di crioterapia come ausilio. L’outcome primario era rappresentato dal dolore post-operatorio e gli esiti secondari erano rappresentati da gonfiore facciale e trisma.

Dopo l’estrazione dei dati e la valutazione della qualità degli studi, gli autori hanno eseguito la meta-analisi.

Risultati
Sei studi sono stati inclusi nella revisione finale e nella meta-analisi. Differenze statisticamente significative si sono riscontrate nell’intensità del dolore al secondo giorno e al terzo giorno post-operatorio.

Nessuna prova è stata riscontrata circa l’efficacia della crioterapia nel ridurre il trisma e il gonfiore del viso. La qualità degli studi è stata classificata dagli autori come bassa.

Conclusioni
Dai dati emersi da questa revisione, che devono trovare conferma con altri studi analoghi, si può concludere che l’evidenza suggerisce che la crioterapia può offrire un piccolo beneficio nella riduzione del dolore dopo trattamento estrattivo del terzo molare nei primi giorni successivi all’intervento, ma non è efficace sulla riduzione del gonfiore del viso e del trisma.

Implicazioni cliniche
Nell’immediato futuro è necessario che vengano prodotti studi di qualità e basati su protocolli standardizzati circa l’applicazione del freddo (crioterapia) per comprendere in modo più certo se questa terapia può offrire un ausilio importante nella gestione del dolore e del gonfiore dopo interventi di estrazione di terzi molari.

Per approfondire

do Nascimento-Júnior EM, Dos Santos GMS, Tavares Mendes ML, Cenci M, Correa MB, Pereira-Cenci T, Martins-Filho PRS. . J Am Dent Assoc 2019 Apr;150(4):269-77.

Articoli correlati

Dispositivo piezolettrico o chirurgia tradizionale?

di Lara Figini


È considerazione universalmente accettata che il dolore rappresenti una percezione indispensabile alla sopravvivenza dell’uomo. Infatti, esso costituisce un allarme precoce per situazioni...


Obiettivi: Lo scopo di questo lavoro è quello di valutare l’influenza dell’osteosclerosi idiopatica (OI) nella ritenzione dentale, attraverso l’analisi di un caso clinico.Metodi: La paziente...


ObiettiviScopo del lavoro è confrontare le sequele postoperatorie dopo chirurgia di terzi molari inferiori inclusi, trattati con tecnica osteotomica piezoelettrica o rotante ad alta...


Obiettivi. Scopo di questo studio prospettico randomizzato è valutare, mediante un protocollo chirurgico split-mouth, se la somministrazione intraoperatoria di cortisone (desametasone sodio fosfato,...


Altri Articoli

Durante un convengo sul contenzioso odontoiatrico, un relatore diede questo consiglio alla platea: “se vi si rompe uno strumento canalare in una radice, e non riuscite a...


Il prof. Pier Francesco Nocini (nella foto)  è stato proclamato Rettore dell’Università di Verona per sei anni accademici, a partire dall’anno accademico 2019/2020.Il prof. Nocini ha ottenuto...


L'Ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri della provincia di Milano ha istituito il premio "La fucina del futuro in medicina e odontoiatria: The Medical and Dental Futureshapers Challenge".Il...


Certamente la prevenzione e repressione del fenomeno dell’abusivismo odontoiatrico è una delle attività che il NAS compie quotidianamente sul territorio italiano, attività inserita in quella...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi