HOME - Cronaca
 
 
29 Novembre 2018

Decreto Fiscale, ok dal Senato. Le novità su Fatturazione elettronica, potenziamento dei controlli e sanatorie fiscali

Nor. Mac.

Con 147 si, 104 no e 6 astenuti il Senato ha dato il via libera al decreto fiscale che ora passa alla Camera per la discussione ed approvazione. Tra le norme contenute anche quelle sulla fatturazione elettronica ed in tema di potenziamento dei controlli fiscali in particolare dei poteri della Guardia di Finanza. 


Fatturazione elettronica 

Confermato il testo approvato dalla Commissione finanze a cominciare sulla moratoria delle sanzioni fino a settembre 2019 per chi invia la fattura elettronica allo SDI in formato XML entro il termine in cui si effettua la liquidazione periodica Iva (uno o tre mesi), mentre le multe saranno ridotte se l’invio avviene entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica del periodo successivo. 

Per quanto riguarda l’esenzione per medici, dentisti, farmacisti dall’emettere fattura elettronica questa viene confermata per le sole fatture i cui dati vengono inviati al StS, e per tutti coloro che rientrano nel regime forfettario. Per questi ultimi sembrerebbe anche diventare non più obbligatoria la conservazione delle fatture ricevute dai propri fornitori (avendo un abbattimento forfettario). 

Sicuramente una “esenzione” che lascia aperti molti dubbi e molto probabilmente costringerà i dentisti a rispettare sia quanto imposto dall’invio dei dati per 730 precompilato che quanto prevede la norma sulla fatturazione elettronica per le fatture ricevute dai propri fornitori o per quelle emesse i cui dati non vengono inviate al StS. Sull’argomento si legga il nostro approfondimento

Sul tema è intervenuta ANDI con una circolare inviata, oggi, alle sedi provinciali in cui si evidenza come da “una prima lettura”, del testo approvato “si possono rilevare alcune certezze e molti dubbi”. ANDI dice che “presumibilmente” i dubbi saranno “fugati definitivamente dai decreti attuativi che andranno a esplicitare in modo molto più esaustivo l'iter da seguire e che si auspica vengano resi noti al più presto”.  


Controlli fiscali 

In tema di controlli, dal decreto fiscale arrivano più poteri per la Guardia di Finanza che potrà richiedere direttamente il pignoramento o il sequestro dei beni anche in caso di presunta evasione, compito che oggi spettava solo all’Agenzia delle Entrate. Guardia di Finanza che potrà utilizzare la “super anagrafe tributaria” accedendo ai dati fiscali degli italiani compresi i movimenti dei conti correnti, delle carte di credito, di quelli postali, delle polizze assicurative e qualsiasi altro movimento finanziario.

Anagrafe tributaria che si arricchirà di informazioni con l’introduzione della fatturazione elettronica.  

Sul tema fiscale salta il “condono”, ed al suo posto arriva una sanatoria sugli errori formali, da correggere pagando un forfait di 200 euro per anno d'imposta. Si potrà ottenere uno sconto del 10% (pagando quindi il 90% del dovuto) senza sanzioni ed interessi per chiudere le liti con il fisco per cui si è presentato ricorso. In caso di vittoria in primo grado si può pagare il 40% del dovuto, se si ha “vinto” in secondo grado il 15%. Se c'è doppia vittoria del contribuente, si chiude con il 5%.   

Articoli correlati

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, avvenuta ieri 12 febbraio del Decreto Semplificazioni, le norme in tema di fatturazione elettronica per le prestazioni sanitarie rivolte ai cittadini...


Tra le novità fiscali introdotte dal primo gennaio 2019 anche l’obbligo, per poter scaricare quel poco che il professionista può scaricare del costo del carburante, di ottenere la fattura...


Con il voto di fiducia posto questa sera alla Camera sul Decreto Semplificazioni, le novità introdotte al Senato diventano legge. Tra le novità di interesse odontoiatrico viene confermato,...


Continuano i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate in merito all’obbligo di fatturazione elettronica “scattato” dal primo gennaio 2019.Un obbligo che per i professionisti e le aziende del...


“Le disposizioni di cui all'articolo 10-bis del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2018, n. 136, si applicano anche ai soggetti...


Altri Articoli

Poco più della metà della popolazione europea (55%) ha dichiarato che nel 2017 le spese mediche sostenute non sono state un peso dal punto di vista economico. I dati arrivano dalla ricerca annuale...


Da sx: Chiarello; Biancucci; Pallotta; Di Michele

Il SUSO, lo storico sindacato degli ortodontisti in occasione del convegno sull’approccio disciplinare sull’OSAS svoltosi lo scorso fine settimana ad Ascoli Piceno, ha rinnovato il proprio gruppo...


Un diplomato odontotecnico di 57 anni è stato denunciato dal Nas di Milano per esercizio abusivo della professione odontoiatrica. Secondo quanto riporta la stampa locale la denuncia sarebbe...


Non è consentito pubblicizzare la visita gratuita, se non in situazioni particolari. E’ questo quanto deciso dalla Commissione Centrale Esercenti delle Professioni Sanitarie in merito al ricorso...


Dall'1 gennaio 2019 sono entrate in vigore le nuove norme in materia di pubblicità dei servizi sanitari contenute ai commi 525 e 536 dell’art. 1 della Legge 30 dicembre 2018 n. 145 (Legge di...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
biceps-ua.com

данабол купить

cialis generico italia