HOME - Implantologia
 
 
30 Novembre 2009

Implantologia post-estrattiva in presenza di lesioni endodontiche

di S. Taschieri, A. Pigato, G. Rosano, T. Weinstein, M. Del Fabbro


Obiettivi: Prendere in esame l’inserimento di impianti post-estrattivi immediati, che rappresenta un protocollo chirurgico affidabile e universalmente accettato grazie alla buona preservazione dell’estetica tissutale che ne deriva, alla riduzione del tempo totale di trattamento e alla possibilità di un ottimale posizionamento implantare.
Materiali e metodi: Al contrario, il concetto di posizionamento immediato di impianti dopo l’estrazione di denti affetti da patologia periapicale e/o parodontale è, a oggi, oggetto di dibattito.
Il potenziale svantaggio di quest’ultima tecnica è correlato alla possibile contaminazione dell’impianto dentale durante il periodo iniziale di guarigione a causa dei residui dell’infezione preesistente. L’evidenza scientifica derivante dal trattamento di osteomieliti vertebrali in chirurgia ortopedica suggerisce, tuttavia, che evitare assolutamente il posizionamento di impianti in presenza di patologie periapicali e/o parodontali è da ritenersi un concetto equivoco.
Risultati: L’analisi della letteratura scientifica internazionale recente riporta, peraltro, che il posizionamento di un impianto immediatamente dopo l’estrazione di un dente con lesione periapicale può avere successo se vengono adottati degli accorgimenti pre- e postoperatori, come la somministrazione di antibiotici e una meticolosa “toilette” chirurgica del sito alveolare prima dell’intervento. Conclusioni: L’alta percentuale di successo implantare e il vantaggio estetico legato alla preservazione dei tessuti duri e molli unito alla soddisfazione generale del paziente in termini funzionali mostrano che la riabilitazione immediata di siti post-estrattivi infetti può essere considerata un’opzione terapeutica sicura e predicibile.



277-285

Articoli correlati

Criteri per un adeguato posizionamento

di Lara Figini


Come evitare le complicanze emorragiche

di Lara Figini


Dai dati analizzati emerge una predisposizione alle problematiche parodontali

di Lara Figini


Altri Articoli

Nel pomeriggio di ieri 13 dicembre, la Camera ha convertito in legge il decreto Fiscale. Il testo approvato definitivamente - lo stesso votato in Senato- conferma all'articolo 10 bis l'esonero...


La partita iva era quella per la “coltivazione di cereali”, il diploma quello di odontotecnico ma lo hanno sorpreso mentre faceva il dentista in un locale adibito a studio odontoiatrico privo di...


VOCO supporta la campagna UNICEF “Donazioni invece che regali di Natale”


“Abbiamo accolto molto favorevolmente le parole del Ministro della Salute On. Giulia Grillo, sulla proposta di garantire per le farmacie almeno il 51 per cento del capitale sociale e dei diritti di...


Dopo l’incontro avuto con il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti lo scorso agosto, ANDI Liguria pressa la Regione al fine di ottenere l’abrogazione della tassa regionale di ispezione...


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
обращайтесь

www.buysteroids.in.ua/inekczionnyie-anabolicheskie-steroidyi/boldenon/boldever.html

дженерик дапоксетин отзывы