HOME - Inchieste
 
 
11 Settembre 2015

Odontoiatri i più bravi tra i liberi professionisti all'esame di abilitazione. Il 99,4% supera la prova


Non sappiamo cosa abbiano detto, o non detto, i 5 laureati in odontoiatria che nel 2013 hanno sostenuto l'esame di abilitazione all'esercizio della professione odontoiatrica e sono stati bocciati. Sorte diversa capitata, invece agli altri 882 candidati che, invece, l'hanno superato e sono riusciti ad iscriversi all'Albo. E nel 2012 era andata ancora meglio visto che sui 934 candidati solo uno era stato giudicato non idoneo.

Secondo i dati dell'Ufficio statistica del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca i laureati in odontoiatria sono quelli che più di altri riescono ad ottenere l'abilitazione al primo tentativo. Secondo i dati del MIUR, nel 2013, in media, il 51,8% di coloro che hanno sostenuto l'esame è riuscito ad ottenere l'abilitazione ed iscriversi al proprio Albo professionale.
Oltre ai laureati in odontoiatria bene hanno fanno anche i laureati in medicina (97,6%), quelli in farmacia (96,8%) ed i veterinari (95,9%); male gli avvocati (solo il 15,1% ha superato l'esame), commercialisti (46,2%) e geologi (48,7%).

Di fatto, per le professione sanitaria, l'esame di abilitazione è una pura formalità e anche per questo il MIUR intende rivedere la normativa in modo che l'esame di Stato possa essere sostenuto immediatamente dopo la laurea, e non in sessioni semestrali come avviene ora.
Oltre alla tempistica, il MIUR punta anche a rivedere le modalità di svolgimento dell'esame prevedendo una prova scritta ed una pratica e modificare la composizione delle Commissioni giudicatrici che sarà composta dai rappresentanti della facoltà in cui ha studiato il candidato, dell'Ordine professionale e dei ministeri competenti: Salute ed Università.

La proposta parlamentare, però varrà solo per i laureati in medicina, gli odontoiatria dovranno continuare ad aspettare circa sei mesi dopo la laurea per riuscire ad entrare nel modo del lavoro nonostante il corso di laurea sia stato portato a 6 anni.

Chi da tempo chiede la revisione dell'attuale sistema di abilitazione all'esercizio professionale è la CAO nazionale che vorrebbe, anche, un maggior coinvolgimento dell'Ordine.

Disponibile al confronto ed ad una revisione dell'esame di abilitazione anche i docenti universitari.

 "Come Collegio dei Docenti siamo favorevoli ad un profondo cambiamento dell'attuale formula dell'esame di abilitazione", dice ad Odontoaitria33 il presidente del Collegio dei Docenti prof. Enrico Gherlone. "L'esame di abilitazione deve stabilire se quel medico o dentista è pronto per curare i pazienti. Un esame che non dovrebbe interessare solo i laureati italiani ma tutti i laureati che vogliono esercitare nel nostro Paese, quindi anche quelli provenienti dagli altri paesi".


Norberto Maccagno

Articoli correlati

Un maggiore uso degli smartphone e le loro relative applicazioni e software hanno creato una nuova era nello scambio di dati clinici tra i pazienti e medici.Nello specifico WhatsApp Messenger...


Nel recente numero di giugno 2014 dell'International Endodontic Journal, rivista di riferimento della European Society of Endodontology (ESE), è stato pubblicato un importante "position...


prodotti     02 Settembre 2014

L'evoluzione dell'imaging 3D

Cranex® 3Dx rappresenta l'evoluzione dei sistemi radiologici multifunzionali. Frutto della pluriennale esperienza sviluppata da Soredex nel campo dei sistemi di radiologia tridimensionale, coniuga...


Nei giorni scorsi l'AISO, sul proprio sito internet, ha pubblicato una dura nota accusando le associazioni odontoiatriche e la CAO di immobilismo verso il problema degli italiani che studiano...


Gli odontoiatri italiani si sono trovati, compatti, sulla decisione di condividere una linea comune da proporre alle Istituzioni -italiane ed europee- individuando negli Stati Generali...


Altri Articoli

Alcuni farmaci di uso comune possono avere come effetto indesiderato, un aumento del volume e del sanguinamento gengivale e portare all'insorgenza di gengiviti, pertanto bisogna informare il dentista...


Come A.M.I.C.O. (Associazione Medici e Igienisti Centri Odontoiatrici), vogliamo ringraziare la Federconsumatori per i preziosi consigli che hanno messo a disposizione della comunità di pazienti...


Spett. Direttore,come dentista e direttore sanitario seguo con interesse da tempo i suoi DiDomenica. La sua prospettiva e il suo approccio alle problematiche del nostro settore a mio parere sono...


La Terapia Neurale è un sistema terapeutico basato sulla “regolazione del Sistema Nervoso” mediante l’applicazione di un anestetico locale che permette di migliorare la ripolarizzazione della...


Non solo il mercato ma anche esigenze organizzative, fiscali o il voler programmare con qualche decennio di anticipo il futuro del proprio studio sta facendo guardare, molti odontoiatri, con...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
шторы и тюль в детскую комнату

сиалис

Купить Тадалафил