HOME - Normative
 
 
28 Novembre 2018

Libretti al portatore, a fine anno devono essere estinti, le indicazioni del Ministero delle Finanze

Nor. Mac.

Entro il 31 dicembre 2018 i libretti al portatore, bancari o postali, ovvero i libretti non nominativi e quindi non riconducibili ad alcun soggetto specifico, dovranno essere estinti.
A ricordare l’obbligo, inserito nella legge anti riciclaggio del 2007, è il Ministero della Finanze che in una nota ricorda come “già a decorrere dal 4 luglio 2017, con il recepimento nella normativa italiana della IV direttiva europea antiriciclaggio, banche e Poste italiane devono emettere esclusivamente libretti di deposito nominativi.

Dalla stessa data i libretti bancari o postali al portatore non possono più essere trasferiti da un portatore ad un altro”.  La novità, spiegano dal Ministero, “è in linea con quanto indicato dagli organismi internazionali che si occupano di formulare regole e indirizzi per tutelare l’economia dai rischi di infiltrazioni criminali nel sistema finanziario e che già da tempo suggerivano di limitare progressivamente l’utilizzo di strumenti finanziari e titoli al portatore”.  


Cosa fare se si è in possesso di un libretto al portatore? 

Entro il 31 dicembre 2018 il portatore deve presentarsi agli sportelli della banca o di Poste italiane S.p.A. che hanno emesso il libretto e scegliere una delle tre seguenti modalità di estinzione:·     chiedere la conversione del libretto al portatore in un libretto di risparmio nominativo;·     trasferire l’importo complessivo del saldo del libretto su un conto corrente o su altro strumento di risparmio nominativo; ·     chiedere la liquidazione in contanti del saldo del libretto. 


Cosa accade a chi non si reca in banca o presso l’ufficio postale per l’estinzione entro il 31 dicembre 2018? 

Dopo questa data, spiegano dal MEF, i libretti al portatore saranno inutilizzabili. Ciò significa che banche e Poste italiane non potranno dar seguito a richieste di movimentazioni sui predetti libretti e, fermo restando l’obbligo di liquidazione del saldo del libretto a favore del portatore, saranno obbligate a effettuare una comunicazione al Ministero dell’economia e delle finanze, che applicherà al portatore “fuori tempo massimo” una sanzione amministrativa da 250 a 500 euro.  

Articoli correlati

Nel pomeriggio di ieri 13 dicembre, la Camera ha convertito in legge il decreto Fiscale. Il testo approvato definitivamente - lo stesso votato in Senato- conferma all'articolo 10 bis l'esonero...


Dal 2019 la fatturazione elettronica diventa obbligatoria anche nel rapporto con i privati ed i cittadini. Come deve comportarsi il dentista nell’emettere fattura nei confronti del proprio...


Alla politica era stato chiesto almeno di semplificare e la politica ha deciso di semplificare esonerando chi invia i dati delle fatture emesse ai pazienti al Sistema tessera Sanitaria dall'emettere...


Introdurre la modalità di finanziamento delle cure ai pazientiè sicuramente uno dei vantaggi competitivi delle modalità di pagamento che oggi possono essere adottate positivamente dallo...


Con 147 si, 104 no e 6 astenuti il Senato ha dato il via libera al decreto fiscale che ora passa alla Camera per la discussione ed approvazione. Tra le norme contenute anche quelle sulla fatturazione...


Altri Articoli

Nel pomeriggio di ieri 13 dicembre, la Camera ha convertito in legge il decreto Fiscale. Il testo approvato definitivamente - lo stesso votato in Senato- conferma all'articolo 10 bis l'esonero...


La partita iva era quella per la “coltivazione di cereali”, il diploma quello di odontotecnico ma lo hanno sorpreso mentre faceva il dentista in un locale adibito a studio odontoiatrico privo di...


VOCO supporta la campagna UNICEF “Donazioni invece che regali di Natale”


“Abbiamo accolto molto favorevolmente le parole del Ministro della Salute On. Giulia Grillo, sulla proposta di garantire per le farmacie almeno il 51 per cento del capitale sociale e dei diritti di...


Dopo l’incontro avuto con il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti lo scorso agosto, ANDI Liguria pressa la Regione al fine di ottenere l’abrogazione della tassa regionale di ispezione...


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi