HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
01 Settembre 2011

Terapia conservativa in pazienti con disordini temporomandibolari: risultati preliminari

di M. Ragonesi


Obiettivi
Valutare l’effetto della terapia conservativa per il trattamento di pazienti con disordini temporomandibolari (DTM).

Materiali e metodi
In questi studio clinico retrospettivo, a un campione (prima e dopo il trattamento), abbiamo revisionato le cartelle cliniche selezionando 28 pazienti attraverso i seguenti criteri: diagnosi di DTM principalmente di origine funzionale e biomeccanica, svolgimento di trattamenti terapeutici conservativi, presenza di controllo a 3 mesi dopo il trattamento. I trattamenti conservativi eseguiti consistevano in: applicazione di placca occlusale, prescrizione di esercizi fisioterapici attivi, esecuzione di terapia manuale, esecuzione di training di gestione dello stress, in forma singola o variamente associata in relazione allo specifico caso clinico. Le variabili misurate sono state: livello di dolore percepito e grado di apertura della bocca, prima del trattamento e 3 mesi dopo il trattamento.

Risultati
Al controllo, quale risultato del trattamento, dolore e grado di apertura della bocca hanno dimostrato un miglioramento significativo (t test accoppiato, p < 0,01).

Conclusioni
Nonostante i limiti del presente studio, possiamo concludere che la terapia conservativa per pazienti con DTM può essere efficace, risultato che è in accordo con le raccomandazioni internazionali secondo cui l’approccio iniziale ai DTM deve avvalersi di percorsi non invasivi e reversibili.



431-442

Articoli correlati

Allo stato attuale i disordini temporomandibolari (TMDs) risultano avere una prevalenza che varia dal 5% al 12%. Il 65% dei pazienti affetti da tali disturbi riportano dolore associato, spesso anche...


Secondo l'American Association for Dental Research (AADR), la diagnosi differenziale dei disordini temporomandibolari e del dolore orofacciale è primariamente clinica, basata sulle...


ObiettiviL’obiettivo dello studio è approfondire le conoscenze sulla possibilità di definire il protocollo di riferimento nell’artrocentesi dell’articolazione temporomandibolare (ATM)...


Obiettivi. Valutare l’esistenza di una correlazione tra alcune parafunzioni orali (deglutizione atipica e bruxismo) e alcuni tipi di malocclusioni (morso crociato posteriore monolaterale,morso...


Obiettivi. Numerosi autori affermano che il trattamento ortodontico debba essere considerato il gold standard tra le opzioni riabilitative per l’agenesia degli incisivi laterali superiori (AILS)....


Altri Articoli

Sabato 19 gennaio presso l’Università dell’Aquila, il dott. Roberto Pistilli ha tenuto un seminario, per gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria,...


Le patologie associate alla malattia parodontale, l’inquadramento dei problemi, le tecniche per salvare il dente ed evitare il dolore, il ruolo dei trattamenti ortodontici pregressi nel peggiorare...


160 milioni di euro di ricavi e un margine operativo lordo di 35-36 milioni sono i numeri del bilancio di DentalPro del 2018 divulgati da Milano e Finanza.MF che indica in 40 milioni...


Entro giovedì 31 gennaio 2019 i soggetti esercenti prestazioni sanitarie (medici e dentisti inclusi) dovranno trasmettere al Sistema Tessera Sanitaria (STS) i dati delle fatture emesse...


"Tutti gli operatori sanitari quando vengono a conoscenza nei confronti del paziente che stanno curando di una sua positività al virus dell'Hiv sono tenuti a prestare la necessaria assistenza....


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
steroid.in.ua/products/ksanodrol-anavar-oksandrolon

препараты улучшающие потенцию

www.medicaments-24.com