HOME - Protesi
 
 
23 Ottobre 2018

Corone in resina CAD/CAM

Uno studio giapponese ne ha indagato la resistenza alla frattura a livello molare

di Lara Figini


Le corone in resina composita CAD/CAM sono prodotte dalla compressione e dalla polimerizzazione a caldo di resine composte in blocchi da cui poi vengono ricavate delle corone utilizzando la succitata metodica.

In Giappone queste corone sono ampiamente utilizzate nella pratica clinica dal 2014, ma ancora ben pochi sono gli studi in letteratura che ne hanno indagato le proprietà meccaniche e la durabilità a lungo termine nelle condizioni intraorali.


Tipologia di ricerca e modalità di analisi


In uno studio in vitro giapponese, pubblicato sul Journal of Prosthodontic Research di luglio 2018, si indaga se le corone in resina composita CAD/CAM posseggano una resistenza sufficiente alla frattura per sopportare i carichi masticatori sviluppati a livello dei denti molari. L'ipotesi nulla era che la resistenza alla frattura delle corone in resina composita CAD/CAM fosse inferiore rispetto alla forza di occlusione massima media dei denti molari.

Gli autori hanno preparato delle corone, sagomate come primo molare superiore, utilizzando quattro blocchi di resine composite CAD/CAM (blocco HC: HC, KZR-CAD HR: HR, KZR-CAD HR2: HR2; blocco Avencia: AVE). Come gruppo controllo sono state utilizzate delle corone CAD/CAM in vetroceramica al disilicato di litio (IPS). Sono state valutate la resistenza alla frattura delle corone fabbricate e la forza di flessione biassiale.


Risultati


La resistenza alla frattura delle corone in resina composita CAD/CAM, a eccezione di HC, è risultata variare da 3,3 kN a 3,9 kN, con valori simili a quelli ottenuti nel gruppo controllo IPS (3,3 kN).

Al contrario, la resistenza alla flessione biassiale delle resine composite CAD/CAM variava da 175 MPa a 247 MPa ed era significativamente inferiore a quella ottenuta nel gruppo controllo IPS (360 MPa).


Conclusioni


Tutti i tipi di corone in resina composita CAD/CAM indagate in questo studio hanno mostrato una resistenza alla frattura di 3-4 volte superiore alla forza occlusiva media del dente molare
(700-900 N).

Dai dati emersi, che devono però trovare conferma con altri studi similari, le corone in resina composita CAD/CAM garantiscono una sufficiente resistenza alla frattura nei settori posteriori.


Implicazioni cliniche


Mentre nelle corone realizzate con resine composite CAD/CAM le fratture si osservano maggiormente nelle cuspidi mesio- e disto-linguali, nelle corone in vetroceramica al disilicato di litio (IPS) dopo i test di resistenza alla frattura si evidenziano diverse crepe ma nessuna frattura maior.

La frattura della ceramica, differentemente da quella delle resine composite, si verifica con poca o nessuna deformazione plastica e una piccola frattura si propaga in modo instabile sotto una forza tensile applicata.

Per approfondire

Okada R, Asakura M, Ando A, Kumano H, Ban S, Kawai T, Takebe J. . J Prosthodont Res 2018 Jul;62(3):287-92.

Articoli correlati

L’introduzione delle tecnologie digitali nell’odontoiatria implanto-protesica ha permesso un miglioramento in termini di predicibilità dei risultati clinici e la riduzione...

di Carlo Monaco


Questi i principali ritrovati digitali già applicabili in studio

di Davide Elsido


Dentsply Sirona Lab


Altri Articoli

Il 21mo Rapporto PIT Salute di Cittadinanzattiva, presentato nei giorni scorsi, ha nuovamente evidenziato le difficoltà dei cittadini di accedere alle cure per costi ma anche per i lunghi tempi di...


A Milano e Roma, con il professor Antonio Pelliccia


Nel pomeriggio di ieri 13 dicembre, la Camera ha convertito in legge il decreto Fiscale. Il testo approvato definitivamente - lo stesso votato in Senato- conferma all'articolo 10 bis l'esonero...


La partita iva era quella per la “coltivazione di cereali”, il diploma quello di odontotecnico ma lo hanno sorpreso mentre faceva il dentista in un locale adibito a studio odontoiatrico privo di...


Il nome dell’operazione, “Golden Tooth”, ricorda i film di 007 ma in questo caso nessun intrigo internazionale ma la scoperta dell’ennesimo abusivo.  A condurre l’indagine la Guardia di...


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 

Libri

 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 
https://steroid-pharm.com

сиалис софт цена

www.budmagazin.com.ua